Torna al programma

Vivere la prossimità: la biblioteca nella città dei 15 minuti

Conversazione con Antonella Agnoli

Antonella Agnoli
17/06/2021 11:30 - 13:00
Evento concluso

Un evento a cura di Editrice Bibliografica.

Partecipazione riservata agli utenti in possesso di codice di accesso (secondo le modalità riportate qui).
Ai partecipanti sarà rilasciato attestato di partecipazione.


Ciò di cui abbiamo bisogno non è una città-dormitorio, dove ciascuno passa il tempo su Zoom nella sua cameretta, bensì una città dove vicino a casa si possa trovare tutto ciò che è essenziale nella vita: parlare con gli amici, fare la spesa, lavorare, divertirsi, imparare, prendersi cura di sé. 
La prossimità come dimensione di socialità, di vita confortevole ma non frenetica, città a misura di uomo e –soprattutto- di donna e di bambino. La conversazione si propone di promuovere  una riflessione che non riguarda solo le metropoli ma anche i tanti borghi in via di spopolamento, che potrebbero ritornare a essere luoghi abitabili se ritornassero i servizi essenziali. 
Quali sono questi servizi? Non bastano i negozi, i caffè, le aree verdi: occorrono anche gli ambulatori, le scuole e le biblioteche. Sia nelle grandi città che nei piccoli borghi la biblioteca con tutte le sue funzioni sociali, educative e informative deve diventare uno dei servizi essenziali, allo scopo di garantire una qualità di vita. La biblioteca in questo contesto può diventare parte di quel riequilibrio economico, abitativo, lavorativo educativo e culturale di cui abbiamo così urgente bisogno dopo la pandemia.